Skip to content Skip to footer

CONTROLLORE LOGICO PROGRAMMABILE

Che cos’è il PLC (Programmable Logic Controller) e a cosa serve?

Un nome caratteristico

Il primo Controllore Logico Programmabile venne realizzato nel 1968, per la gestione dei processi industriali. Da allora conserva il nome caratteristico, anche se in pratica è un vero e proprio computer.

controllore logico programmabile

Al giorno d’oggi i PLC sono diffusi e utilizzati per soddisfare le esigenze in moltissimi ambiti. Se stai cercando informazioni per un caso specifico, magari puoi risparmiare tempo e avere una risposta mirata da un tecnico specializzato di SECSUN >> Clicca qui << e inoltra la tua richiesta.

 

Le domande più frequenti

Se si provasse a verificare come vengono formulate le richieste di informazioni sul controllore logico programmabile, si scoprirebbe che nella maggioranza dei casi sono:

  • Cosa si intende per logica programmabile?
  • Cos’è il PLC e a cosa serve?
  • Dove viene utilizzato il PLC?
  • Quanti tipi di PLC ci sono?

 

Vediamo ciò che è necessario conoscere sui PLC.

 

Funzionamento automatico

Tramite i PLC è praticamente possibile adeguare in automatico il funzionamento di qualsiasi impianto, tramite la rilevazione istantanea dell’andamento dei numerosi parametri di riferimento.

A livello strutturale il PLC contiene internamente i componenti base necessari al suo funzionamento e, come nei computer, quello principale è la CPU (Central Processing Unit) o processore. La CPU ha il compito di eseguire le istruzioni dei programmi in memoria, per elaborare i dati in ingresso e fornire i conseguenti valori in uscita.

Se la CPU è l’unità centrale, intorno ad essa ci sono gli altri componenti essenziali come, a titolo di esempio:

  • le unità ROM (Read only memory), la parte della memoria di lungo termine, dedicata alla conservazione dei programmi
  • le unità RAM (Random Access Memory), la parte di memoria di breve termine, utilizzata per il caricamento dei dati e per la loro elaborazione.

 

Numerosi vantaggi

Come tutti gli apparati tecnologici anche per i PLC, con il passare del tempo, si sono verificati sia il progressivo diminuire delle dimensioni che l’aumento delle capacità e delle funzionalità.

I PLC si sono affermati rispetto agli altri sistemi in grado di operare allo stesso scopo, come i circuiti in logica cablata (WLC Wired Logic Control), perché molto più vantaggiosi sotto ogni punto di vista:

  • semplicità di utilizzo
  • versatilità e affidabilità
  • costo molto competitivo

 

Le caratteristiche elencate hanno consentito al PLC di uscire dall’ambito prettamente industriale e di diffondersi anche negli usi domestici.

I PLC elaborano i segnali digitali e analogici rilevati direttamente da appositi sensori posizionati in punti specifici dell’impianto.

Attualmente i PLC vengono impiegati come componenti fissi del quadro elettrico per controllare e gestire anche gli impianti e le apparecchiature di uso domestico. In questo casi vengono anche indicati con l’acronimo HPCL (Home).

La familiarità nell’utilizzo di queste apparecchiature è dovuta anche alla diffusione degli smartphone che, grazie alle tecnologie internet, ha reso semplice e normale per tutti utilizzare le cosiddette applicazioni per controllare e gestire da remoto il funzionamento di un impianto.

 

Controllore Logico Programmabile >> Clicca qui <<
per maggiori informazioni

In conclusione

L’utilizzo dei controllori logici programmabili è sempre più diffuso, perché permette di aumentare l’intelligenza con cui un impianto industriale o domestico si autogestisce e comunica con gli utilizzatori.

Difatti la facilità d’uso e la diminuzione dei costi ne ha sancito il successo. Secsun produce quadri elettrici per ogni necessità e utilizza PLC con hardware e software delle migliori marche, da offrire insieme alla propria garanzia di esperienza e professionalità. >> Clicca qui << e invia subito la tua richiesta di contatto.

Leave a comment

0.0/5